logo


L’area geologica è una componente importante nell’ambito della SARRF (Struttura Autonoma Responsabile di Ricerca e Formazione) di Scienze ambientali di Unicam, poiché prende in considerazione gli aspetti fisici dell’ambiente, quegli aspetti inerenti in particolar modo il suolo e le sue utilizzazioni e trasformazioni (naturali e artificiali), il sottosuolo e le risorse collegate (falde acquifere e materiali rocciosi) e le acque superficiali (fiumi e laghi).
Un interesse peculiare è quello rivolto ai rischi ed alle risorse naturali: tra i rischi naturali si considera quello idrogeologico inteso in senso molto ampio, comprendente il rischio frana, da esondazione, l’erosione costiera, l’erosione del suolo, la subsidenza ed i fenomeni di valanga; tra le risorse naturali vengono prese in considerazione l’acqua (reperibilità e salvaguardia e sfruttamento sostenibile dei giacimenti) e i materiali inerti (sedimenti sciolti, rocce, minerali e suolo) tenendo conto sempre del loro sfruttamento sostenibile.
I componenti dell’area geologica sono da lungo tempo impegnati in ricerche interdisciplinari che riguardano la sostenibilità ambientale.
Tali ricerche non hanno avuto però nel tempo una loro sistematicità e continuità. Questo potrà sicuramente realizzarsi con la nuova organizzazione delle SARRF che è stata accolta con grande favore dai ricercatori del settore geologico che vedono in queste strutture l’apertura di nuovi orizzonti della ricerca e della formazione e quindi una loro completa compenetrazione.
Insieme alle altre componenti scientifiche l’area geologica si prefigge come obiettivo principale e strategico quello di progettare nuovi percorsi scientifici mirati alla risoluzione dei variegati e complessi problemi ambientali.
Questi ultimi possono essere focalizzati a pieno solamente attraverso un approccio interdisciplinare, fondamentale per la valutazione dei complessi rapporti che caratterizzano le varie componenti dell’ambiente.
Solo così sarà possibile giungere a soluzioni compiute nei confronti della sostenibilità ambientale di cui la società ha tanto bisogno.
I ricercatori dell’area geologica si interessano in particolar modo delle applicazioni inerenti la costruzione di grandi opere (gallerie, dighe, acquedotti, ecc…), il dissesto idrogeologico (instabilità dei versanti e delle rete idrografica), lo sfruttamento e tutela delle risorse idriche e, infine, la valorizzazione dei paesaggi naturali (emergenze geologiche e geomorfologiche, come aree fossilifere, grotte, paesaggi carsici, glaciali,eolici, ecc…) e costruiti (aree archeologiche), sia a fini turistici che per la loro salvaguardia.

Home Page


ORIENTAMENTO per:
Studenti di Scuole superiori
Matricole

Porte Aperte Unicam

Riserva Naturale di Torricchio
Centro Ricerche Floristiche dell'Appennino (CRFA)

Collegamenti interessanti